Site 1 title

Instagram

Seguimi!

ravioli home made

La ricetta de ravioli home_made che vi illustrerò in questo articolo e nata dopo una lunga chiacchierata con la mia amica chef, nonchè musa ispiratrice CINZIA FUMAGALLI

In questo periodo di quarantena, non sempre abbiamo tutti gli ingredienti in casa, quindi a volte sembra impossibile realizzare ciò che si desidera…Beh, con i consigli di CINZIA con pochi ingredienti ri recupero, sono riuscita ad ottenere un ottimo raviolo ripieno, gluten free e lactose free.

La versione originale della mia amica , potete trovarla sulla sua pagina Facebook e sul suo canale instagram, lei ha utilizzato l’impasto degli gnocchi, io purtroppo non ho potuto 🙂

Pronti?

Munitevi da mattarello, farina che avete a disposione e braccia forti per la stesura della pasta.

Soprattutto, non rammaricatevi se non avete in casa i miei stessi ingredienti, potete modificare la ricetta a vostro piacimento, io per prima amo rivisitare, piuttosto che copiare.

Come si preparano in versione MantrBio?

INGREDIENTI Per 20 ravioli

    – 100 gr farina di quinoa

    – 130 ml di acqua

    – un pizzico di sale

    – 3 gr di cuticola di psillio

    – maggiorana o spezie a piacere

    – 100 gr di macinato di tacchino

    – 2 scalogni

    – pinoli

    – zenzero grattugiato q.b

    – olio evo q.b

    – granella di mandorle

    – 1 mazzetto di asparagi bolliti

PROCEDIMENTO

Unire in un boule di vetro la farina, sale, psillio, maggiorana e acqua e impastare emergicamente.

Formare un panetto liscio e, con l’aiuto di un matterello, tirare la pasta .

Aiutandosi con un coppapasta creare dei dischi di circa 15 cm e di spessore circa 2mm.

Nel frattempo, cuocere in padella per pochi minuti lo scalogno tagliato a fettine molto sottili, aggiungere la trita di tacchino, il sale, lo zenzero e i pinoli.

Lasciar raffreddare e con un cucchiaino riempire i discetti di pasta precedentemente preparati.

Richiudere i dischetti a mo’ di portafoglio e assicurarsi che siano ben accoppiati facendo pressione con i polpastrelli.

Questa operazione non gli permetterà di aprirsi durante la cottura.

Versare i ravioli ottenuti in una pentola di acqua, portata a bollore e lasciar cuocere per circa 3, 4 minuti, finchè non saliranno in superficie.

Aiutandosi con una schiumarola passarli sotto l’acqua corrente fredda, così da eliminare le saponine in eccesso della quinoa e ripassare in padella con un filo di olio per pochi secondi.

Prima di servire i nostri ravioli, consiglio di frullare gli asparagi bolliti, così da ottenere una cremina d’accompagnamento.

Vi garantisco che non ve ne pentirete.

Impiattare i ravioli, spolverare maggiorana e granella di mandorle , mangiarli 🙂

Buon appetito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © IPkabuto 2020 • All rights reserved.