Site 1 title

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi!

Eccoci qui, a parlare di EBV (Epstein-Barr Virus)

Fa addirittura rima… e mentre scrivo mi viene da accennare un sorriso “sotto i baffi”.

Sapete perchè?

Beh, perché nella mia vita a tutto avrei pensato, tranne che arrivare a scrivere un articolo sulla mia esperienza di Salute.

Credo che tutti noi, ascoltando storie altrui, ci siamo sentiti abbastanza intoccabili da certe situazioni, privilegiati e con aria quasi presuntuosa, ci siamo concessi di esprimere giudizi, o dar consigli vari, senza conoscere praticamente nulla di quel sintomo, o meglio dei sintomi con cui è costretto a convivere l’ammalato.

Ma, mi domando e dico…quando capita a Noi? Cioè, quando siamo noi il PROTAGONISTA?

Ecco, utilizzerò l’aggettivo PROTAGONISTA per indicare l’ammalato. Mi piace, credo gli conferisca la giusta accezione.

Sei pronta? Adesso ti spiego….

La scena Cambia, e cambia drasticamente.

Cambia ancor più drasticamente quando ti senti allo sbaraglio, quando sei costretta a girovagare, invano, di medico in medico.

Cambia quando ti ritrovi a fare decine, forse centinaia, di ricerche sul Web, o sulle enciclopedie mediche senza seguire un percorso logico.

Ti lasci guidare dal tuo intuito, da quell’adrenalina che ti sale quando ti identifichi in un sintomo, o nello stato di un tuo “simile”.

Sembra che tu abbia capito qualcosa, che ci sia quasi, che abbia trovato la chiave ma tutto crolla quando interfacciandoti con dottori o con le persone che ti sono vicine, ti senti dire: “sarà un po’ di stress! Riposati e tutto passa.”

….dicono tutti così, vero?

Beh certo, ci può stare, a 30 anni, oltretutto quando sino alla settimana precedente avevi dormito quattro ore per notte, girato mezzo mondo per il tuo fantastico lavoro da stilista.

Quando neanche per sogno, ti concedevi un riposino pomeridiano, perché per te era tempo perso, era molto più importante vivere a 360° tutto ciò che la vita ti offrisse, ed al contempo, lottare per andarti a prendere ciò che non era ancora tuo!

La scena continua a cambiare , quando arrivi a perdere 10 kg in 30 giorni a causa di una violenta dissenteria, quando ti accorgi che qualunque cosa mangi, il tuo intestino la rifiuta, quando sali sulla bilancia e pesi 37 kg da vestita, quando ti svegli una mattina con la parte sinistra del tuo corpo completamente paralizzata con tanto di scariche elettriche.

Quando ti accorgi che il tuo occhio sinistro quasi non vede più nulla.
Dal tuo orecchio sinistro non senti quasi più ed è dolente e gonfio da non poterlo nemmeno sfiorare.

I tuoi denti perfettamente sani, in 6 mesi si cariano e devi estrarne 3 in una sola seduta.
Le tue gengive sanguinano.

Quando ti diagnosticano una endometriosi intestinale, una flogosi vaginale.

Eruzioni cutanee pruriginose ti pervadono il corpo, da impazzire.

Amnesie, linguaggio poco fluido, sensazione costante di nebbia mentale o Fog Mind, come la chiamano gli americani .

Fibriomialgia

Vogliamo parlare degli attacchi di panico che ingiustificatamente mi pietrificavano ovunque io stessi o degli svenimenti anche al supermercato e di tanti altri sintomi, che vi descriverò un’altra volta?

Non ho guidato per un anno!

…è una malattia che ti consuma, giorno dopo giorno, anche mentalmente.

Intanto mi rendevo conto che anche il mio umore peggiorava sempre più: ballerino, incostante e, per quanto caratterialmente sia sempre stata una ragazza col sorriso, c’erano mattine che desideravo Morire!

Si, morire, non me ne voglia la Forza Vitale che ci ha messo al mondo, ma stavo troppo male, ed il non riuscirne a capir la causa, mi portava inevitabilmente a desiderare ciò.

Soprattutto quando avevo trascorso notti insonni con dolori atroci alle gambe…ricordo notti in cui avvertivo come un Fuoco misto a spasmi alle gambe, sentivo le vene pulsare forte e pensavo sarebbero scoppiate da un momento all’altro.

Il cuore batteva all’impazzata, pensavo saltasse fuori dal petto!

Così, cercando di non svegliare il mio compagno, mi recavo nella vasca da bagno e con getti d’acqua fredda. Era l’unica cosa che mi regalava un lieve sollievo.

Una larva.

Mi trasformavo sempre più in qualcosa che i miei occhi non volevano vedere.

Iniziai a rintanarmi in casa.

Non riuscivo più a sostenere i ritmi della vita sociale e lavorativa di un tempo. Molti amici, iniziarono a smettere di cercarmi, perché troppe erano state le scuse per rifiutare i loro inviti.

Nel frattempo, a un certo punto del mio girovagare per studi medici, approdo, grazie a un’amica, da uno specialista in nutrizione biologica ; successivamente diventata la mia cara e amorevole Dott.ssa Elena Fiorentini.

Mi vide, mi pesò, mi visitò in ogni meandro del mio gracile corpo e, senza proferire tante parole, mi prescrisse una “terapia nutrizionale personalizzata, disintossicante, antinfiammatoria, che tiene conto anche delle caratteristiche genetiche rivelate dall’anamnesi familiare e dall’emogruppo per sfiammare il mio intestino (avevo circa 10 scariche , liquide, al giorno).

Il tutto supportato da una terapia omotossicologica personalizzata.

Mi disse di avere tanta pazienza (probabilmente percepì da subito che non era un caso semplice, il mio) ed in più mi chiese di fare una serie di analisi , dicendomi: “io ho il sentore che lei, signora, abbia uno di questi virus”

In quella lista c’era anche il Mostro! L’EBV.
(a me sconosciuto sino a quel momento) .

Aveva fatto centro!

L’esito degli esami riportavano valori altissimi di tale Virus più Varicella… entrambi appartenenti alla famiglia degli Herpes Virus!

I piu’ malefici!

A riguardo potete trovare informazioni scientifiche sul sito CEBV, all’indirizzo web https://cebvitalia.wordpress.com/
(ormai per me è una guida giornaliera. Ci trovate tante informazioni e testimonianze e, soprattutto, il sito è in costante aggiornamento)

…individuata la malattia. Ed ora, cosa faccio?

Iniziata la terapia, giorno dopo giorno il colon iniziava a riprendersi.

Detta così, la ripresa potrebbe sembrare essere stata rapida, ma in realtà, a causa la mia condizione rovinosa, sono stati necessari tre anni di duro lavoro, per consentirmi di passare dai 37 ai 45 Kg di oggi, senza mai demordere, e senza “mollare il colpo” anche oggi che sto meglio.

Nonostante i progressi ottenuti, qualcosa continuava a non andare come io e la mia esigente dottoressa volevamo.

Attraversavo mesi di netta ripresa, a mesi di peggioramento della sintomatologia dell’EBV.

…talvolta lo sconforto sembrava prendere il sopravvento…

La svolta è avvenuta quando una sera , il mio compagno dovette sostenermi per accompagnarmi a letto… non riuscivo a salire le scale che portano dal piano giorno al piano notte.

Venivo da 3 mesi (giugno, luglio ed agosto 2017), con febbre 37,8.

Ero stremata.

Quella del 31 agosto 2017 fu la notte più brutta della mia vita.
Non potevo accettare una cosa del genere: non mi sentivo più autosufficiente!

Al mattino seguente mi guardai allo specchio e, in preda ad una vera e propria una crisi di nervi, mi dissi “da Oggi Ricomincio, o mollo tutto! “.

…questo è uno dei passaggi chiave, ascoltami…

Decisi di contattare un’immunologa, che si occupa anche di medicina alternativa e della quale avevo sentito parlarne in rete.

Avevo letto, in realtà, alcune testimonianze tramite un gruppo Facebook di grande, grandissimo supporto per me. Un gruppo creato da una persona stupenda , che chiamerò R. anche lei vittima guarita ,dopo anni ed anni di cure , dall’ EBV.

Mononucleosi – Ebv

Mi faccio coraggio , reperisco il numero di telefono della nota immunologa svizzera, e chiamo!

Spiego in poche parole il mio caso , la voce dall’altro capo della cornetta era rassicurante, tipica di quei medici che sanno il fatto loro!
Dopo qualche mese riesco ad incontrarla , approva immediatamente le terapie nutrizionali che gia’ seguivo ed aggiungiamo ad esse la SAT-TERAPIA,di cui vi parlerò tra qualche tempo.

e OGGI SONO QUI… in fase di guarigione!

I sintomi dell’EBV sono diminuiti drasticamente dopo il primo mese di terapia!

Strabiliante, vero???

Certo, la strada è lunga, le terapie assorbono gran parte delle tue energie mentali e fisiche, l’alimentazione il perno principale.

Non smetterò mai di ripeterlo, ma CI SONO!

Ogni giorno una scoperta, ogni giorno un miglioramento, ogni giorno mi prendo cura di me stessa come di una bambina che sta vivendo il suo secondo svezzamento.

La mia Seconda vita inizia nel 2018!

Nulla a togliere alla Maria Luisa “classe ‘84” ma, quella, era un’altra Marialuisa;

Sono cambiata seguendo il ritmo scorrevole della vita, imparando ad accettare le diversità, i tempi, i propri limiti e trasformandoli in novità.

Forse è proprio questo il segreto del viver bene? essere malleabili? Adattarsi al cambiamento, emulando la natura che segue la selezione naturale della Specie?

Dopotutto le Specie che sopravvivono sono quelle che si adeguano al cambiamento.

….sbaglio?

Questi quattro lunghi anni dalla scoperta dell’EBV ad oggi , mi stanno insegnando semplicemente a VIVERE!

Non so se sia la strada giusta, sinceramente e credo che nessuna rivista scientifica , medica, nessun luminare della medicina possa garantirlo.

L’EBV è un Virus in continuo mutamento, ci si affanna per stargli dietro e per comprenderne sintomi e cure.

Ma io mi sento meglio.

Sto rinascendo interiormente ed esteriormente, mi affido alle mie sensazioni, all’interpretazione dei sintomi attraverso i messaggi che il corpo mi manda.
(di questa consapevolezza devo ringraziare Luca Orabona, il mio osteopata, che mi ha portato nei meandri della terapia Somato Emozionale).

Sicuramente non mollerò questa Strada e questa Filosofia di Vita!

I risultati finali??? Ve ne darò conto tra qualche tempo, quando guarirò anche secondo i canoni della medicina (anche se, per me, posso dire di esser già guarita 😉

Intanto voi godetevi la vita, giorno per giorno senza appellarvi a inutili e strazianti aspettative.

Il bello ancora deve venire e se non gli concediamo una possibilità, non arriverà mai 😉

*Le informazioni presenti in questo Post, non vogliono sostituire pareri medici, ma rappresentano semplicemente la testimonianza della mia storia personale.
Spero che queste righe siano di incoraggiamento per le tante persone “Vittime” di diagnosi sbagliate, delle tante persone che riconoscono di star male ma non si sentono comprese da medici, parenti e amici.
Siamo il primo medico di noi stessi.
Solo noi possiamo riconoscere il nostro stato di benessere.
Non tutto dipende dalle depressioni e dallo stress che ci sentiamo spesso attribuire. Ve lo garantisco!
Vi prego, prima di iniziare qualunque AVVENTURA di GUARIGIONE, accerchiatevi di persone Positive,che credano in voi, e soprattutto non vi etichettino come un’ AMMALATA. Che vi trattino, piuttosto come una Principessa degna di attenzioni e coccole. Nel mio caso ringrazio la mia famiglia, e il mio compagno Francesco, sempre con ME!

Buona Vita.
Marialuisa

28 Comments

  • Alba Cavazzi ha detto:

    Buona vita anche a te cara. Che ti possa portare tutta la luce che meriti
    Grazie per aver condiviso questa esperienza, io non ho patologie e mi ritengo fortunata e leggere queste cose me lo conferma anche di più. Ti ho scoperto per caso aprendo un post sul sito dei gruppi sangugni che io seguo, ma ti metto nei preferiti,sei una bella persona.

    • mantrabioblog ha detto:

      Grazie mille ,cara, spero semplicemente che la mia Storia di Guarigione possa essere uno sprono ed un esempio per tante. Siamo donne, siamo la forza Motrice della vita, non possiamo permetterci di mollare. Mai. Ottima giornata 😉

  • Claudia Cannetiello ha detto:

    Cara Marialuisa ti racconto la mia storia.
    Mi chiamo Claudia e ho 30 anni. La mia storia inizia 2 anni fa. Ho iniziato ad avere stanchezza estrema e febbre che non superava i 37.6. Mi trascinavo dal letto al divano e non risucivo a stare in piedi. Il mio dottore pensava fosse sinusite (no comment), poi ho eseguito il test per ebv: igg 700, igm 46, ebna igg 3. Ebv confermata! L’infettivologo mi ha rassicurato dicendo che sarei guarita in 2 mesi. Dopo 6 mesi ero ancora molto affaticata, passavo le mie giornate a letto, avevo sempre febbre, vertigini e brain fog, linfonodi gonfi e dolenti al collo, ascelle e inguine. Così eseguo di nuovo esami per ebv: igg 600, igm 33 (dubbie), ebna igg 4. Torno dall’infettivologo il quale mi fa eseguire la PCR per ebv: esito negativo. Per i medici quindi io non ho ebv! Ma continuo a stare male… Mi consigliano di andare da un reumatologo: eseguo tutti gli esami per malattie reumatiche ed autoimmuni ma non risulta niente di anomalo. Così, vado da un immunologo che mi sorride dicendo che è tutto nella mia testa e che devo andare a correre 40 minuti al giorno… Come si può dire ad una persona che non esce da un anno di andare a correre???
    Ho eseguito anche ecografie e tac ma non risulta niente di anomalo. Nel frattempo eseguo di nuovo test per ebv ma gli esiti non cambiano. Sempre gli stessi valori dopo 2 anni.
    La cosa peggiore, oltre a stare male, è non essere capiti. Anche la mia famiglia all’inizio non mi credeva e per qualche tempo ho davvero pensato di essere depressa.
    Inizio a fare ricerche su internet da sola. Scopro la malattia di Lyme e mi viene in mente che sono stata morsa da una zecca qualche anno prima. Eseguo gli esami per questa malattia ma gli esiti sono negativi. Trovo però una positività alla Rickettsia: la curo con antibiotico. Ma non sto ancora bene così mi convinco che sia ebv cronico (in Italia non riconosciuto). Scopro anche la CFS e decido di provare ozono terapia (ho iniziato da poco e non so se avrò risultati).
    A distanza di 2 anni sono migliorata ma non ho una vita normale. Esco poco, massimo 2 ore al giorno. Non posso lavorare e fare tante cose.
    Durante questo periodo orribile della mia vita ho conosciuto persone splendide tramite i gruppi su Facebook. In particolare ringrazio Rossana per il suo prezioso aiuto e supporto che da a tutti noi malati. E ringrazio anche te Marialuisa per la tua testimonianza! Dobbiamo farci sentire!
    Speriamo di guarire… Ce lo meritiamo!

    • mantrabioblog ha detto:

      Benvenuta Claudia, e soprattutto grazie mille per la tua testimonianza. Hai detto bene, dobbiamo farci sentire ed uscir allo scoperto con questa malattia denominata del MISTERO. Anche tu te la sei passata brutta, girovagando di medico in medico, mi spiace per il tuo malessere, sono certa che troverai la Tua Strada per la Tua Guarigione. anche io mi sottopongo a cicli di Ossigeno Ozono terapia, tra le mille cure a cui mi sottopongo, e devo dire che ne traggo beneficio. L’AutoEmoTrasfusione mi dà una bella carica, mi permette di vivere per qualche giorno senza affanno e soprattutto mi ‘rischiara la mente’. Sono cewrta che siano sulla giusta strada.
      Buona Guarigione
      marialuisa

  • Lucia ha detto:

    Grazie. Non posso dire altro.

  • Silvia Tininini ha detto:

    Cara Marialuisa, ho letto con interesse il tuo blog. Io lotto fin da bambina ma i sintomi sono diventati invalidanti negli ultimi anni. Diagnosi attuali: fibromialgia, sindrome da fatica cronica e EBV cronico. Ho girovagato da un medico all’altro e…da uno stato all’altro: Germania, America. Sto provando una cura off label americana per la fibromialgia che non sta funzionando. Ora ho alzato la dose del farmaco (ho avuto segnali positivi e non mollo). Da lì il sospetto della dottoressa americana che ci fosse dell’altro. Ha fatto bingo con l’EBV.
    Grazie per avere condiviso la tua esperienza e in bocca al lupo a te e a tutti i malati cronici perché possiamo trovare risposte, sostegno e una cura efficace.

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao cara e benvenuta ,
      grazie a te per aver dedicato il tuo prezioso tempo alla lettura del mio blog. Spero che con la mia esperienza e con la ‘svolta’ che ho trovato, possa dare forza e un lume di speranza alle tante persone come noi che lottano, x VINCERE; giornaliermente verso la ‘dannata ? famiglia dei Virus Herpetici.
      Avanti tutta… non possono assolutamente vincere loro.
      In bocca al lupo a te, per le tue Meravigliose cure 😉

  • Mariagrazia ha detto:

    Ciao Marialuisa, seguo molto volentieri il tuo blog! Grazie per aver condiviso la tua storia! Buona vita! 🌸

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao Mariagrazia, grazie a te per aver dedicato il tuo tempo alla lettura della mia storia e non solo.
      Semmai dovessi preferire un argomento piuttosto che un altro, facci saper , in questo modo potremmo accontentare le richieste di tutti voi.
      Buona Vita a te, Cara.

  • Giuly ha detto:

    Ciao Marialuisa, vorrei raccontarti la mia storia. Sintetizzo perché sarebbe troppo lunga. Tutto inizia pochi giorni dopo il parto con una gamba debolissima che non funziona più e non mi permette più di camminare. Premetto che ho sempre fatto spor e ho lavorato fino al giorno prima di partorire con.una vitalità innata. Da quel momento invece mi sono trovata stanca ed immobilizzata. Inizio a girare medici. Faccio tac, risonanze, elettromiografie, esami del sangue. Mi viene detto che ho una malattia genetica…esplosa in un giorno?? Dico io? Si, è possibile, rispondono i medici. Ma (per fortuna) tutti i test genetici eseguiti sono negativi. Indagano sulla mia famiglia, fanno analisi ai miei genitori. Tutto negativo. Passa il tempo e io non ho né diagnosi né cura, e continuo a non camminare. Questa situazione mi fa impazzire, giornalmente litigo con il mio compagno che poverino invece cerca di starmi accanto ma io conosco momenti di vera depressione. Mi sento persa. Sento di aver perso la mia vita. Il tutto con una creatura che dipende da me. Continuo a girare per neurologi e reumatologi. Mi viene dato cortisone, che ovviamente non risolve nulla. Finché un giorno, dopo quasi due anni di inferno, mi viene fatto fare l’esame per Ebv. Valori altissimi ma solo come igg. Però chi li vede sospetta l’aggressività del virus. Sto iniziando adesso una prima terapia per questo. Speriamo vada bene. Una domanda, potresti darmi i recapiti della tua immunologa Svizzera? Grazie e in bocca al lupo a tutte.

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao cara,
      mi dispiace molto per ciò che apprendo… posso capirti benissimo, ma immagino minimamente la tua sofferenza interiore dovendoti dedicare anche ud una piccola creatura che al momento dipende da te..

      certo ti lascio sia il numero verde al quale ti risponde l’immunologa BINDA , nei mesi in cui è in Italia, sia il contatto dello studio di Milano, del dott. Marcello Cal’, che prende appuntamenti per suo conto.
      I due medici collaborano, percui una prima visita è possibile che te la faccia il dott.Calì, in attesa che l’immunologa rientri in patria.

      So per certo che lo studio riaprirà, per le nuove visite, intorno al 10 settembre, ma tu prova già a chiamare verso fine agosto.

      qui i recapiti.

      Dott.Marcello Cal’: 024981495
      Dott.ssa Marirosa Binda : 800017359 ( numero Verde Gratuito)
      dal lun-ven 8:30/18:00

    • Simona Brugnara ha detto:

      Gentilmente ascoltando le vostre storie io sono positiva da anni all ebv e mi hanno fatto infusioni di immunoglobuline ma il virus è lì. Vorrei poter sapere il nome dell immunologa Svizzera grazie infinite sono simona di milano mia e mail simonabrugnara@hotmail.it

      • mantrabioblog ha detto:

        Ciao Simona le lascio qui linone dell’immunologa e il numero di telefono presso cui prenotare la visita.
        Chieda esplicitamente della dottoressa Marirosa Binda al seguente numero: 024981495.
        Anche a me il virus , seppur i valori stanno calando, è ancora presente , però posso garantirti che non ho più sintomi.

        Per qualunque cosa non esitare a contattarmi.

  • francesco ha detto:

    immensa amica mia 💥💖💥

  • Milena ha detto:

    Testimonianza eccellente, non so commentare altro.
    Chiedo se possibile avere dei contatti con infettivologi, immunologhi bravi perchè devo venire a capo di una cosa su mio figlio e non riesco a trovare la strada giusta.
    Grazie!

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao Carissima, posso lasciarti il contatto dei medici che seguono me. 024981495. Chiedi di effettuare la visita con la dott.ssa marirosa Binda.
      Ti troverai sicuramente benissimo.
      In bocca al lupo per tuo figlio… scoperta la causa e trovata la strada, risolverai.

  • Tina ha detto:

    Letto tutto. Grazie per la tua strada, Marialuisa, il tuo lavoro e la tua testimonianza fortissima di autoconsapevolezza. Sei una forte. Non ti erigi a maestra ma con fare affabile e amichevole ti spendi sempre personalmente per aiutare. Non potevi che essere di Napoli 💙. Grazie di nuovo, amerei aiutarti in quello che fai. Intanto, ti appoggio al massimo.

    • mantrabioblog ha detto:

      Grazie Tina per le belle parole, sono felice che arrivi il mio messaggio di consapevolezza e soprattutto il mio invigliare gli altri a potercela fare.
      Spero di conoscerti dal vivo, chissà, mai porre limiti alla provvidenza.
      Grazie per il tuo supporto, accetto volentieri il tuo aiuto, c’è sempre il modo per poter fare qualcosa di positivo, al di là delle distanze.

  • Daniela Lazzari ha detto:

    Bellissima testimonianza, traspare la sofferenza, la lotta ed il coraggio. Sto facendo da 4 mesi la Sat terapia x virus mononucleosi, ero sempre stanca, stressata, e nn racconto il calvario di problemi di salute. La cura per me è molto cara, ma ho intrapreso un nuovo viaggio fidandomi del mio medico. Spero di vedere presto segnali di guarigione. Buona vita

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao Cara e benvenuta!
      Anche io dopo tante, tantissime cure effettuate e tutte vane, con la SAT, anche se Cara, ormai sono rinata.
      Ha un potere di rigenerazione tissutale e del sistema immunitario pazzesco.
      Ovviamente associata ad una sana alimentazione, più il corpo è sfiammato, più recepisce gli effetti benefici e di autoguarigione della SAT.
      Spero che anche il tuo percorso possa andare per il meglio.
      Chi ti segue? se posso chiedertelo.
      Un abbraccio amica di EBV

  • Ariana ha detto:

    Ciao, io soffro di fibromialgia e sindrome da fatica cronica da anni e al momento sono in cura da un reumatologo, dalle migliaia di analisi che ho fatto da quando ho cominciato a stare male risulta che ho contratto ebv ma che il virus non è più attivo.. mi piacerebbe parlare con questa immunologa.. la dottoressa di cui parli ha un email? Dove visita precisamente?

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao Cara, comprendo la tua situazione, anche a me l’inizio di tutti i mali è stato attribuito a EBV cronico.
      Ad ogni modo ti consiglio di fare un consulto con l’immunologa Marirosa Binda , è molto brava nel riconoscere anche la cronicità dei virus e ad agire per tempo.

      Ti lascio il recapito dello studio del suo compagno: il dott. Marcello calì, quando telefoni chiedi esplicitamente una visita con La Binda.
      NOn tutti i mesi è in Italia, percui prima chiami , prima potranno inserirti.

      Tel: 024981495 – fa studio a milano.
      ti abbraccio e se ti va teniamoci in contatto.

      Marialuisa

  • Stefania ha detto:

    Di recente un osteopata mi ha detto che forse in passato ho contratto la mononucleosi in quanto presento i linfonodi alla base del cranio gonfi. Tra qualche tempo farò i test visto che soffro di tiroidite di Hashimoto da quando avevo 12 anni e di endometriosi da quando ne avevo 19.
    Per fortuna la tiroidite e l’endometriosi le tengo sotto controllo con dieta (una dieta lontanissima dalla nostra italiana e molto più vicina al protocollo Wahls/Paleo AIP), stile di vita ed integratori (soprattutto vitamina D, iodio, ma anche tutte le vitamine del gruppo B, magnesio, zinco e selenio per supportare il sistema immunitario e quello endocrino e modularli), nonchè massaggio tui-na e coppettazione cinese, osteopatia e presto anche agopuntura. Inoltre mi muovo all’aperto ogni giorno.
    Io per fortuna ho scoperto da anni quanto sia importante l’alimentazione e anche lo stile di vita per mandare in remissione tante malattie croniche, ma purtroppo i medici spesso queste cose non le dicono perché non le sanno. Pochissimi sono i medici preparati in alimentazione e nutrizione, che dovrebbero essere i veri pilastri e le prime “cure” promosse.
    Noi siamo quello che mangiamo e spero tante persone se ne accorgano.
    Ora voglio fare il passo successivo e mandare in remissione anche le infezioni da EBV (che non potrà mai essere eliminato dal nostro corpo ma può essere silenziato a vita sostenendo il sistema immunitario nel modo giusto).
    Mi potresti dare il nome di chi ti ha prescritto la SAT-Terapia?
    Un saluto

    • mantrabioblog ha detto:

      Ciao cara, ho letto attentamente il tuo messaggio e devo dire che mi ritrovo in tutto..
      Dall’alimentazione alle
      Integrazioni … sono fondamentali ed io stessa ne faccio ormai da 2 anni.

      La Sat-terapia e’ davvero una cura eccellente, in quanto lavora non solo sul sistem immunitario ma anche sul rispristino funzionale degli organi del
      Nostro corpo, innescando in questo modo il processo di autoguarigione.
      Da quando la seguo, il mio Ebv si e’ dimezzati e la Varicella zooster, piu’
      Lenta a regredire.. sta iniziando ad abbassare i suoi valori.

      Avanti tutta insomma.

      Ti lascio il
      Contatto dello studio milanese del dott. Cali Marcello +39 02 49814 95. Chiedi un appuntamento con l’immunologa Binda,
      Lei e’ la studiosa e l’inventrice della SAT.

      Ti abraccio cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Guarda le mie foto :)